IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2018  
I LEGGENDARI GIARDINI DI BABILONIA 
 
I giardini di Babilonia oggi scomparsi, furono considerati una delle sette meraviglie del mondo antico e vennero costruiti intorno al 605 a.C per ordine del re babilonese Nabucodonosor II, il quale desiderava rendere felice l’amata sposa Amytis, ricreando i paesaggi della sua terra d’origine. Egli li realizzò su enormi terrazze a più livelli dove vennero piantati numerosissimi fiori, alberi, ortaggi, agrumi e piante di ogni genere provenienti da luoghi lontani; non solo poi la regina Amytis ebbe modo di godersi questo fantastico posto, ma nel tempo anche il popolo.  
Una leggenda dice che la regina assira Semiramide amò particolarmente essere sempre circondata da rose e ebbe modo di trovarle tutti i giorni solo nei famosissimi “giardini pensili di Babilonia”; si narra anche che fu addirittura lei a farli costruire, ma l’amore nato tra Nabucodonosor e Amytis infiammò sempre di più la fantasia dei nostri antenati, i quali preferirono scrivere più spesso di loro e non della famosa regina assira. 
 
Immagine di come dovevano apparire i "Giardini pensili di Babilonia" 
 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano