IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2017  
LO SCRITTORE CHE CREO' RUDOLPH, LA NONA RENNA DI BABBO NATALE 
 
Era il lontano 1939 quando la Montgomery Ward, una catena di grandi magazzini americani, progettò di fare dono ai suoi clienti di un piccolo libro durante il periodo natalizio. Si decise che sarebbe stata una favola, ma non una delle solite, doveva essere nuova, insomma una storia mai sentita prima. L'incarico venne dato ad uno dei redattori pubblicitari dei magazzini, Robert L. May, il quale inventò un simpaticissimo personaggio, una renna di nome Rudolph, derisa da tutti per via del suo naso talmente rosso da fare più luce di un lampione.  
Così racconta il testo di L. May: -Tanto tempo fa capitò un anno con una vigilia di Natale talmente nebbiosa da mettere nei guai Babbo Natale; purtroppo le sue otto renne non furono in grado di fare il consueto viaggio attorno al mondo per consegnare i regali giacché poverette, non riuscivano a vedere ad un palmo del loro naso. In quel momento di panico generale si pensò a Rudolph sempre prima poco considerato; il suo naso scintillante questa volta venne apprezzato perché illuminò la strada a Babbo Natale permettendogli consegnare tutti i regali ai bambini come di consueto. Il Natale fu così salvo proprio grazie a lui e da quella volta la giovane renna guidò sempre le altre otto di Babbo Natale.   
L. May volle attraverso questa storia incoraggiare i bambini con difetti fisici a sperare in un futuro bellissimo e ci riuscì magnificamente. Egli pensò anche ad aggiungere nelle pagine delle illustrazioni per cui si rivolse all'amico e collega Denver Gillen. Quando i dirigenti della Montgomery Ward videro il libricino ne rimasero entusiasti anche se allora non potevano immaginare che nei successivi 7 anni avrebbero distribuito sei milioni di copie omaggio. Il successo di Rudolph fu davvero grande fino a diventare un personaggio immancabile durante le feste natalizie di tutti i bambini del mondo. Dieci anni dopo nel 1949, il cognato di Robert L. May, Johnny Marks, compose una canzone dal titolo "Rudolph, la renna dal naso rosso", la quale fu incisa da Gene Autry e oggi è una delle canzoni di Natale più vendute al mondo (seconda solo a White Christmas). 
 
Alcune immagini della prima edizione del libricino "Rudolph, la renna dal naso rosso" del 1939 
 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano