IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2018  
LA LEGGENDA DI JACK-O'-LANTERN 
 
Vi siete mai chiesti come mai è tradizione ad Halloween intagliare delle zucche ed illuminarle con una candela dall'interno? Ebbene, una leggenda narra di fabbro irlandese di nome Jack, tanto dissoluto quanto astuto, il quale la notte del 31 ottobre di molti secoli fa, incontrò il diavolo alquanto ansioso di prendersi la sua anima. Jack riuscì ad ingannarlo dichiarando che si sarebbe consegnato nelle sue mani in cambio di un ultima bevuta, ma non aveva i soldi per pagarla. Il diavolo allora si trasformò in un monetina e il fabbro la infilò in una borsa dove teneva una croce d'argento capace di impedirgli di tornare nella sua forma originaria. Quando ebbe il coltello dalla parte del manico, egli propose al re degli inferi il patto di essere lasciato in pace per altri dieci anni in cambio della libertà. Il diavolo accettò, ma trascorso quel tempo tornò da Jack. Il furbo fabbro lo ingannò ancora, chiedendogli di raccogliergli una mela su un albero in cambio della sua anima, ma appena il demonio salì sul tronco, incise una croce sul legno impedendogli così di scendere. Questa volta l'imbroglione patteggiò ancora più alla grande: in cambio della libertà il diavolo avrebbe dovuto giurargli che la sua anima sarebbe stata libera dalla dannazione eterna. Messo alle strette il demonio dovette di nuovo accettare quanto voleva. Jack lo lasciò andare, ma quando arrivò il momento di lasciare questa terra, aveva commesso talmente tanti peccati che non fu ammesso in paradiso e fu poi lui ad andare a bussare alle porte dell'inferno non sapendo più cosa altro fare. Come gli aveva promesso lo spirito del male non lo prese e lo condannò a vagabondare per l'eternità sulla terra alla ricerca di un po' di pace. Pentito il fabbro cercò di convincerlo facendogli notare quanto buio e freddo fosse il giorno della sua morte capitata in un altro 31 ottobre, ma per tutta risposta gli fu gettato addosso un carbone accesso tratto dal fuoco eterno. Jack lo pose all'interno di una zucca svuotata e da allora ogni notte di Halloween vagabonda per le strade alla ricerca di un posto dove riposare. Le zucche accese nelle case però fanno capire al vagabondo che non c'è posto per gli spiriti malvagi e di recarsi altrove. 
 
Cartolina di Buon Halloween con una magnifica zucca intagliata 
 
 
 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano