IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2017  
CHI FU SAN PATRIZIO? 
San Patrizio è il patrono d'Irlanda. Gli irlandesi sono molto legati a questo santo e lo festeggiano ovunque si trovino. Il perché di tanto affetto è legato all'infinito amore che questo vescovo della Chiesa cattolica ebbe per loro. Nato in Scozia nel 385 d. C., imparò la lingua gaelica parlata dagli irlandesi a 16 anni quando venne rapito da pirati irlandesi. Egli proveniva da una ricca famiglia romana e poté ritornarvi solo dopo sei anni dal rapimento, successivamente si fece diacono. Diventato in seguito vescovo, avendo buona conoscenza della lingua gaelica, Patrizio fu mandato dal papa Celestino I in terra di celti a convertire il popolo irlandese ancora quasi interamente pagano. L'amore di San Patrizio per la gente del luogo, gli impose il rispetto per le loro tradizioni e diede vita così  al Cristianesimo celtico che favorì la fusione di molte idee pagane con quelle del Vangelo; gli irlandesi si trovarono  perciò con l'arrivo del vescovo-missionario sulla loro terra solo più arricchiti di concetti buoni e non persero nulla delle loro radici. 
Le leggende legate a questo Santo sono tante. Si dice che in Irlanda non vi sono più serpenti da quando lui li cacciò tutti in mare; celebre è anche leggenda del pozzo di San Patrizio in cui si narra che questo missionario scendeva spesso per mostrare le porte del purgatorio a chi si comportava male; una leggenda racconta poi che spiegò ai celti il concetto complicato della Trinità cristiana prendendo in mano un trifoglio, le cui foglie si sa, sono tutte legate insieme da un solo stelo. La venerazione di San Patrizio fece diventare con il tempo il trifoglio un simbolo nazionale d'Irlanda. 
Il patrono degli irlandesi morì il 17 marzo del 461 d.C. e perciò da quel lontano giorno, lo si ricorda ogni anno con grandi feste dove predomina il colore verde del trifoglio sui vestiti e su ogni festone usato. 
 
Antica cartolina postale dedicata alla festa di San Patrizio 
 
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano