IUL, IL PICCOLO PITTORE 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iul&Co. 2009-2017  
CHI ERA IL DIO APOLLO? 
 
Apollo era il dio del sole e quindi della luce solare perchè a lui gli uomini antichi attribuivano il miracolo del sorgere del sole ogni giorno, ma era anche il protettore della medicina e di tutte le scienze. Nell'antica Magna Grecia lo chiamavano "Febo" che significa "splendido" e "puro" (furono i romani a chiamarlo Apollo). Egli è identificato anche nel "fanciullo d'oro" della ancora più antica cultura egiziana quando il dio sole era detto Osiride. Era anche il dio di tutte le arti, compresa la musica e la poesia.  
Alcune leggende mitologiche ci raccontano che questa divinità veniva vista come figlio di Giove, il capo degli dei (detto dagli antichi greci "Zeus") e che aveva anche una sorella gemella: Diana, a cui si attribuiva il miracolo della luce lunare (chiamata Artemide dai greci). Essendo però Apollo di origine antichissime, vi sono storie che lo raccontano come il miracoloso topo del tempio che guariva le persone ed è per questo che fu adorato anche come dio della medicina e delle scienze. Egli era considerato un dio intelligentissimo e assai scaltro oltre che di bellissimo d'aspetto. Nei quadri appare spesso raffigurato mentre traina il carro del sole con in testa una corona d'alloro, ma la leggenda legata a questo dio più amata dai pittori, risulta senz'altro quella che parla del suo folle innamoramento per la ninfa dei monti Dafne: questa fanciulla non ricambiava il suo amore e per sfuggirgli, pregò la madre Terra di salvarla, così fu trasformata in una pianta di lauro. Apollo dovette perciò rinunciare a lei e Dafne rappresentò per questo nella Storia la vittoria dei più deboli contro i forti.  
FAGR-Editore 
Falsi d'Autore Giulio Romano